Cucciola deforme vive ben oltre i tre anni che ci si aspettava.

Ernie Altamirano di Long Island (Stati Uniti) voleva adottare un cucciolo da un canile e ha scelto questa piccola pit bull, Sassy.

Gli impiegati del canile lo avevano avvertito, forse perché la cucciola era nata da consanguinei, la piccola aveva una malformazione congenita che le avrebbe accorciato la vita. Le sue aspettative non superavano i tre anni. Non era solo affetta da nanismo, aveva zampe deformi, una lingua troppo grande per la sua bocca e la lista non finiva certo qui.

L'endogamia viene utilizzata in alcuni allevamenti per "risolvere" alcuni tratti genetici. Il risultato porta l'albero genealogico di alcune famiglie di cani ad avere nonni che erano fratello e sorella, una madre che era anche nonna, e così via. Può avere effetti postivi dal punto di vista della razza - mantenendola "pura" e conservando alcune qualità - ma può avere anche tanti aspetti negativi che inficiano la salute dei cani e causano delle personalità difficili.

Ma Ernie non si è tirato indietro, si era proprio innamorato di Sassy. Così l'ha portata a casa e le ha fatto incontrare la famiglia, compresi i cani Chiqui Gonzalez e Dolly Parton - non c'è che dire, quest'uomo ha una bella fantasia con i nomi.

La nuova vita di Sassy l'ha trasformata: è diventata così felice che i suoi limiti fisici non erano più degli ostacoli.

E indovinate cosa? Sono già quattro anni e mezzo che vive con la sua famiglia!

Esatto, ha superato le aspettative di vita, dimostrando che Ernie aveva visto qualcosa nella cagnolina che la scienza non era riuscita a prevedere.

E speriamo che continui ad affrontare le difficoltà con questo spirito, circondata dalla sua famiglia di umani e cani.

Commenti

Anche Per davvero