Torture a un 18enne riprese per due giorni in diretta su Facebook.

Quello che alcuni utenti di Facebook hanno visto di recente è qualcosa che difficilmente dimenticheranno: un gruppo di ragazzi - due uomini e due donne - hanno preso un adolescente con problemi mentali a Chicago e lo hanno torturato per due giorni di fila. E come è finito su Facebook? I quattro persecutori lo hanno ripreso in diretta!

Incredibile che qualcuno sia capace di tanta ferocia. A quanto pare la vittima, che era stata accompagnata dalla madre fino a un McDonald's di zona, conosceva i ragazzi. Potrebbe anche averli seguiti di sua spontanea volontà.

Il gruppo ha portato il ragazzo da un'altra parte della città, dove poi è stato legato e seviziato. Gli sono stati tagliati i vestiti, è stato colpito alla testa, a un certo punto c'è persino stato un tentativo di fargli lo scalpo. La vittima è stata costretta anche a bere dal water. Pare che le torture siano sicuramente durate per 24 ore ininterrotte, ma si dice che si sia trattato anche di più tempo.

Gli aggressori hanno avuto il coraggio di filmare e mettere in diretta le torture su Facebook. Una delle ragazze che riprendeva la scena continuava a ripetere frasi offensive e oscenità. Potrebbero esserci dei motivi razziali dietro il gesto.

Il video si è rivelato un ottimo strumento per gli inquirenti per incastrare i responsabili di questo ignobile atto. I quattro sono stati assicurati alla giustizia e sulle loro teste pendono accuse pesanti, come quella di rapimento aggravato, che già da sola potrebbe risultare in 30 anni di detenzione.

Commenti

Anche Per davvero