Un padre scrive una lettera accorata per ringraziare la madre.

Sean Whalen di Salt Lake City, nello Utah, Stati Uniti d'America, è padre single di 3 bambini. Una sera, entrando in un ristorante, si ricorda di quello che è successo alla sua famiglia 30 anni prima. Ha raccontato la sua storia online:

Facebook/Sean Whalen

"Il giorno in cui i miei genitori si sono separati è impresso indelebilmente nella mia testa. Mio padre e io litigammo furiosamente, aveva perso le staffe, per cui, insieme a mia mamma e mio fratello più piccolo scappammo via. Quella notte ci fermammo in un albergo e, quando tornammo a casa il giorno dopo, lui aveva cambiato la serratura. Guardai mia madre pregarlo, da dietro la porta, perché ci lasciasse entrare almeno a prendere un cambio pulito. Fummo costretti a tornare, quello stesso giorno, ma scortati dalla polizia.

Non potrò mai scordare i poliziotti che mi allungano un sacco nero della spazzatura e mi dicono che ho solo 10 minuti per prendere tutto quello di cui avevo bisogno. Ho afferrato tutti i vestiti che potevano stare in quella busta. E questo è l'ultimo ricordo che ho della casa in cui sono cresciuto. Niente trofei di baseball. Nessuna delle mie 10.000 figurine dei giocatori. Non sono riuscito a prendere nulla altro delle mie cose, neanche la mia tartaruga.

Ci spostammo in un minuscolo condominio, non avevamo niente. I volontari della chiesa ci portarono tazze, pentole, divani, letti e cibo. Mio padre aveva prosciugato il conto in banca lasciando mia madre, letteralmente, solo con i soldi che aveva in tasca. E lei non poteva farci nulla. Non avevamo la famiglia ad aiutarci, nessun altro supporto se non questi perfetti sconosciuti della parrocchia. Ancora oggi mi chiedo come abbia fatto mia mamma a tenere duro. Non ha mai mollato. Mai.

Ho iniziato a capire tutto quello a cui mia madre era andata incontro quando, da padre single, mi sono arrabattato tra mille lavori. Da piccolo non avevo colto la tenacia e gli sforzi di mia madre per tirare su me e mio fratello. Si era battuta per noi, lavorando senza sosta. Ha davvero fatto di tutto perché a me e mio fratello non mancasse nulla.

Questa sera, mentre io e mio figlio sediamo in questo ristorantino cinese che adoriamo, noto una nuova cameriera. E dovrebbe essere dovunque tranne che lì. È l'unica bianca, tutto il resto del personale è cinese. Nonostante sia davvero un pesce fuor d'acqua, è fantastica, continua a fare i complimenti a mio figlio per le sue buone maniere. Riusciamo a scambiare solo qualche battuta, mentre ci versa l'acqua, ma ho da subito la netta sensazione che questa mamma, anche lei sola, non abbia alcuna voglia di essere lì, ma visto che ci è costretta sta facendo del suo meglio, regalandoci il sorriso migliore. Tutto questo mi ha spezzato il cuore.

Facebook/Sean Whalen

Ho pensato a mia madre e ho riconosciuto la sua stessa determinazione in questa donna. Una mamma sola. Forse per scelta. O forse no. Ma che lavora il mercoledì sera per assicurare cibo e scarpe ai suoi figli. Non lo fa per arricchirsi. Ma solo per essere sicura di poter dare ai suoi bambini anche qualcosa che li faccia felici. Mi ci sono immedesimato. Ho capito il momento che sta vivendo. Anche se so di non poter neanche lontanamente immaginare che cosa sia la vita per alcune mamme.

Lo so che la mia mancia non coprirà il suo affitto. Nè, tantomeno, riempirà il frigorifero. Ma spero che l'abbia almeno fatta sorridere, e che sia tornata a casa dai suoi piccoli più serena di quando li ha lasciati per iniziare il turno di lavoro.

Ovviamente non conosco tutta la sua storia. E non ne ho bisogno. Ma questa sera ho pensato che forse qualcuno, in passato, ha fatto la stessa cosa per mia madre e l'ha aiutata ad andare avanti con i turni serali quando invece lei avrebbe solo voluto mollare tutto.

Io sono stato molto fortunato, e devo a mia madre quello che sono oggi. Mi ha mostrato che non ci si arrende mai. Cosa significano duro lavoro e sacrifici. Spero che il mio piccolo gesto di questa sera possa dare forza a questa donna e che domani si svegli con più grinta e determinazione. A tutte le mamme single che ce la mettono tutta: RISPETTO. Siete meravigliose e i vostri figli faranno tesoro di tutti i vostri sacrifici. Perché vi guardano, così come io ho fatto con mia madre.

Mamma ti voglio bene. Sei la mia eroina".

Facebook/Sean Whalen

Le parole di Sean hanno commosso milioni di persone su Facebook, non solo per questa sua meravigliosa dichiarazione d'amore alla madre, ma anche per il profondo rispetto che ha mostrato per tutte le altre mamme che stanno attraversando un momento difficile.

Commenti

Anche Per davvero