Un bimbo malato guarisce grazie alla premonizione della madre.

David e Joi Rawitch del Missouri (Stati Uniti) avevano una vita felice: avevano già una figlia bellissima e aspettavano l'arrivo del secondo figlio che avrebbero chiamato Andrew. Ma un giorno, mentre i due erano in macchina, Joi ha avuto una premonizione, arrivata come un fulmine a ciel sereno.

Youtube/Titus Rivas

Sapeva che c'era qualcosa che non andava con il suo bimbo, ma non sapeva cosa. Era una sensazione, l'istinto materno a guidarla. Quando Joi lo ha raccontato, l'uomo le ha detto che si stava preoccupando inutilmente. Ma la donna era convinta ci fosse qualcosa, per cui ha deciso di consultare il suo medico. Il dottore a sua volta, guardando i risultati degli ultimi esami, pensava che non ci fosse nulla per cui allarmarsi. Il feto stava bene.

Quando Joi è entrata in travaglio era molto tesa, aveva paura che qualcosa andasse male. Dopo il parto, quindi, era molto sollevata nel tenere tra le braccia il suo bambino: tutto sembrava essersi risolto per il meglio. Dopo un breve controllo, anche i medici avevano confermato che il bambino stava bene.

Youtube/Titus Rivas

Ma, proprio quando sembrava che la premonizione di Joi non fosse esatta, un'ora dopo il parto, la stessa strana sensazione si era impossessata nuovamente della donna. La paura era salita, quindi la donna aveva guardato nella culla dove riposava il figlio e aveva notato che il piccolo aveva un'aria assente. Joi aveva subito chiamato l'infermiera - la quale, al suo arrivo, era rimasta scioccata.

Youtube/Titus Rivas

L'infermiera aveva visto che la pelle del neonato stava diventando grigia. I minuti passavano e la pelle diventava sempre più scura, madre e infermiera assistevano inermi a quanto stava succedendo. Il bambino provava a respirare, cercava aria senza riuscirci. A un certo punto non lo avevano più sentito neanche respirare. È stato quindi portato d'urgenza in rianimazione, dove i medici lo hanno recuperato per ben 14 volte!

Joi ha quindi capito che il suo presentimento era giusto: "Quando ho visto i risultati della TAC, ho capito che avevo ragione. Al posto di un pezzo di cervello c'era del fluido nel suo cranio".

Youtube/Titus Rivas

Tre giorni dopo il parto, Joi aveva avuto un'altra premonizione. Era seduta sul letto con il marito e stava guardando la TV, quando ha detto al suo uomo: "Ho sentito una voce che diceva che lui sarebbe stato bene". Qualche tempo dopo la coppia aveva riportato Andrew a casa, dove era costretto a rimanere attaccato a una macchina che monitorasse continuamente il suo respiro.

I medici non avevano dato loro molte speranze: il bambino sarebbe morto in giovane età, oppure avrebbe avuto dei ritardi mentali. Anche se il dolore alla notizia era stato forte, Joi sentiva che la sua seconda premonizione era esatta,  Andrew poteva ancora stare bene. Poi, quando l'intera famiglia si è riunita per il Giorno del Ringraziamento, è accaduto qualcosa di incredibile. La coppia non poteva credere ai propri occhi: Andrew teneva da solo il biberon. In genere, in condizioni normali, i bambini non riescono a fare niente del genere fino ai sei mesi, ed Andrew ne aveva solo tre, un traguardo impensabile per un bambino che avrebbe dovuto avere dei danni al cervello.

Youtube/Titus Rivas

Le condizioni di Andrew sono così migliorate settimana, dopo settimana. Nessuno riusciva a spiegare cosa fosse successo - i medici non avevano mai visto nulla di simile. Quando Andrew aveva sei mesi, una TAC aveva rivelato che il suo cervello non aveva riportato alcun danno. Era guarito e nessun neurologo sapeva spiegare bene come.

Youtube/Titus Rivas

Oggi, Andrew è un ragazzo sano, ha 21 anni e studia medicina, sperando di poter essere d'aiuto agli altri.

La storia della sua incredibile guarigione è stata riassunta anche in questo video (in lingua inglese):

Una storia fuori dal comune con un finale incredibile. Auguriamo a Andrew un futuro radioso.

Fonte:

Littlethings

Commenti

Anche Per davvero